Start a new group Find groups

LOGIN

×

Standard Proposal Intubare il tratto cittadino della A14

No voting dates set, please contact the administrators in order to choose a date. ×
Limitare i gravissimi problemi di inquinamento da PM10 e PM2,5 causati dal tratto di autostrada A14 che attraversa Rimini.
Impegnare il Sindaco affinchè porti con forza a Società Autostrade la richiesta di intubare il tratto cittadino della A14, aspirare e filtrare gli inquinanti che contribuiscono fortemente a rendere Rimini una delle 30 città più inquinate d'Europa.

Solution 1:

Rimini è tra le 30 città europee più inquinate da PM10, undicesima in classifica a livello italiano.
Lo dice il rapporto ambiente e territorio di Istat del 2010, con valori reperiti sino all'anno 2008.
Contrariamente a quanto ci è stato comunicato in diverse sedi pubbliche, giornali locali e comunicazioni dell'amministrazione comunale e provinciale, dal 2008 ad oggi, la situazione è notevolmente peggiorata e altri segnali precisi ci consegnano ad un futuro non proprio roseo.

Diversi studi, rapporti e monitoraggi, a livello nazionale e locale, inquadrano fortissime criticità sia già sulla situazione esistente, che sui futuri sviluppi della viabilità cittadina.

Un grafico a gradienti di colore di A.R.P.A., indica in maniera chiara ed inequivocabile come la principale fonte di inquinamento della nostra città sia l'autostrada.
A differenza di quanto si potrebbe credere, il completamento della terza corsia della A14 porterà ad un ulteriore incremento dell'inquinamento da polveri sottili.
Questo perché l'aumento di capacità del contenitore autostradale porterà un significativo aumento del numero di veicoli, in particolare di quelli pesanti e inoltre un aumento della velocità media.
Entrambi i fattori contribuiscono all'aumento del PM10, ma soprattutto del PM2,5 e delle frazioni ancora più minute, che come sappiamo sono sempre presenti in numero maggiore rispetto al PM10 e molto più pericolose perché penetrano nel nostro organismo dove occasionalmente vi si fissano in attesa di creare danni a medio/lungo termine.
Più veicoli, più nano polveri e su questo non servono spiegazioni.
Più velocità. più particolato: le autovetture inquinano molto più a 130 km/h che a 80 km/h.
Ed è proprio per questa ragione che città come Amsterdam e Rotterdam hanno introdotto provvedimenti per ridurre la velocità ad 80 km/h nei tratti autostradali cittadini.
Nel caso di Amsterdam, i risultati di studi – misurati dalle stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria vicine all’autostrada nell’anno dell’applicazione della misura di riduzione della velocità e in quello precedente – hanno dimostrato che le concentrazioni degli inquinanti si riducono dal 15% al 6% nei tratti di strada a 80 km/h.

Ribadisco quindi:
Con la terza corsia transiteranno più autoveicoli nel nostro comune e la conseguenza sarà un maggiore inquinamento.
Inoltre maggiore velocità e ancora ,conseguentemente, maggiore inquinamento.

Il particolato PM ( Particulate Matter o Materia Particolata ), o polveri o nano polveri, o fumo, o microgocce di sostanze liquide e plastiche e metalliche in sospensione e soluzione nella nostra aria, comunque lo vogliamo chiamare è sempre la stessa cosa, ossia il prodotto della viabilità e in piccola parte dell'industria, ed è responsabile di numerose e gravi patologie;

parliamo di mutagenità e cancerosità. Di arteriosclerosi. Di asma e di riduzione del tempo di gestazione. Ossia di parti prematuri.

Una nuova ricerca australiana dell’Istituto di Sanità e Innovazione Biomedica dell’Università di Tecnologia del Queensland, pubblicato sulla rivista Environmental Health, indica come le madri in attesa che vivono vicino alle autostrade hanno una maggiore probabilità di un parto prematuro.
È il risultato dello studio su 970 madri e sui loro nati a Logan City, a sud di Brisbane.
“Il risultato più impressionante è la riduzione nel tempo di gestazione del 4,4%, quasi due settimane, associata alla vicinanza dell'abitazione entro 400 metri ”, scrive l’autore dello studio, prof. Adrian Barnett

Secondo i ricercatori dell’Università di Basilea, una nuova patologia può essere favorita da questa spiacevole vicinanza: l’arterosclerosi. Risultato di una ricerca effettuata analizzando i dati su 1.500 persone che, nell’area di Los Angeles, vivono nei pressi delle autostrade.

Un’équipe di ricercatori della Mayo Clinic in Minnesota, ha mostrato come su 1.947 soggetti residenti in prossimità di tratti di intersezione autostradale il 6,4 per cento aveva sviluppato asma, mentre solo il 4,5 per cento di coloro che non vivevano di fronte ad intersezioni autostradali si era ammalato di asma.


Signor Sindaco,
Il primo cittadino di una città è il responsabile della condizione di salute, dovuta a fattori di inquinamento ambientale, della popolazione del suo territorio.
Lei è il primo tutore della nostra salute.
I cittadini di Rimini, e in particolare i soggetti più deboli sono in grave pericolo.
Corrono un rischio altissimo e ridurre quel rischio DEVE essere Suo compito prioritario.

Sappiamo che ha avuto incontri a riguardo con i responsabili di Società Autostrade.
Lei signor Sindaco deve sedersi al tavolo e chiedere che il tratto della A14 che attraversa la nostra città sia intubato.
A Rimini l'autostrada DEVE essere interamente intubata e il particolato e gli altri inquinanti aspirati e filtrati. La promessa di piantare qualche alberello è una presa in giro.
Società Autostrade deve capire che Lei sarà pronto a qualunque azione. In casi di emergenza ambientale Lei ha il potere di imporre la chiusura della Autostrada.
Estrema provocazione.

Quei lavori devono essere fatti ora che ci sono i cantieri aperti.

Quello che Le chiedo è;

Porterà con forza la richiesta di intubare il tratto della A14 che attraversa la nostra città?
E' arrivato il momento di alzare il livello del confronto e, se necessario, inasprire i toni nel dialogo con Società Autostrade?
Sarà all'altezza di proteggere la salute dei suoi cittadini?

Negli allegati troverà tutti i link dei dati forniti a supporto di questa interrogazione, per permetterle di documentarsi.

Grazie.

Gianluca Tamburini
Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle Rimini



Ecco alcuni riferimenti che certificano la gravità della nostra situazione;
http://www.riminiambiente.it/binary/rimini_ambiente/screening/RT1_Studio_Preliminare_Ambientale_parte_III.1296119741.pdf
http://www.a14emiliaromagnaterzacorsia.it/?session=0S1817414224JIO69AWOI&syslng=ita&sysmen=1&sysind=5&syssub=1&nvg=1&sysfnt=0&idr=ATMOSFERA ( in particolare il grafico che riassume i dati del PM10 qui raccolti http://www.rimini5stelle.it/2011/06/il-supremo-ente-ambientale-emilia-romagna/ , dati rilevati proprio dove si intende costruire una scuola e dove ne esistono già alcune nei pressi )
http://www.ilrestodelcarlino.it/rimini/cronaca/2010/06/22/348602-inquinamento_pm10.shtml
http://www.istat.it/it/archivio/inquinamento scorrere la pagina fino al link "Qualità dell'aria nelle città europee", cliccare il primo allegato, il pdf a fianco "Testo integrale" ed allegato al documento Qualità dell'aria nelle città europee - 22-giu-2010 - Testo integrale.pdf. A pagina 3 si trova questo testo: «Undici città italiane sono incluse nelle prime trenta città europee più inquinate da PM10. Dopo la città di Torino si ritrovano Milano, Brescia, Padova, Modena, Bergamo, Pescara, Napoli, Venezia, Rimini e Reggio nell’Emilia, con un numero di giorni di superamento maggiore di 50.» E garantisco che la situazione dal 2008 ad oggi è notevolmente peggiorata, con la nuova linea dell'inceneritore a contribuire e con un aumento delle concentrazioni di nano polveri dovute all'intensificazione del traffico veicolare di mezzi sempre più vecchi. Il perché lo vede con gli allegati seguenti.
Come dimostrano i dati di Arpa a pagina 7 in questo documento http://www.arpa.emr.it/cms3/documenti/mutagenesi/report_rete_mutag_2011.pdf la situazione della mutagenità e cancerosità nel nostro territorio è molto più grave che nelle altre province dell'Emilia-Romagna ed è dovuta principalmente alla presenza di gravi fattori ambientali causati dall'inquinamento. Importante è notare che la situazione si sta aggravando sempre più ogni anno che passa.
http://www.accademiadelmonferrato.com/news-accademia-monferrato/ridurre-il-limite-di-velocita-riduce-linquinamento-atmosferico-ed-acustico/

Most recent | Most evaluated

Loading contributions, please wait...

Mark the contribution

You can point out to the editors of the proposal that this contribution does not contain relevant information to find a solution to the proposal.
If the contribution is marked 3 times, the editors of the proposal can delete it from the discussion and place it in the "noise" folder.

Non attinente alla discussione o non costruttivo
Duplicato

Report the contribution

You can point out to the webmaster that this contribution violates the laws currently in force.
Once the infringement is ascertained the contribution will be removed. Don't abuse this tool.

Contenuti commerciali o spam
Pornografia o materiale a carattere esplicitamente sessuale
Incitamento all'odio o violenza
Materiale protetto da copyright
×
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. Learn more