Start a new group Find groups

LOGIN

×

Propuesta estándar ANTIDOTO ALLA CRISI ECONOMICA ITALIANA

You cannot participate at this proposal because you are not currently logged in. Login . ×
The debate will continue until they have participated in the 100% of those eligible.
The debate will continue if the rank will remain between these two thresholds, regardless of time or the number of evaluations.
Il problema lo conosciamo tutti: la crisi economica che attanaglia l'Italia.
La causa del problema è meno chiara, anche perché le concause sono molte.

Da un punto di vista macroeconomico il primo problema è da ricercarsi nella crescente fuga di capitali dall'italia all'estero, che sta riducendo la quantità di denaro in circolazione: diminuiscono gli stipendi ed i lavoratori, diminuiscono gli acquisti, nuove aziende vanno in crisi e diminuiscono ancora più gli occupati e quindi la capacità di acquisto, in un circolo che non può che condurre al fallimento del Paese, mentre un flusso crescente di denaro è diretto all'estero, a causa ad esempio degli interessi crescenti sul debito pubblico.

Questo articolo, molto semplice, illustra come il flusso di denaro in uscita dal nostro paese è ormai insostenibile: http://www.lavoce.info/articoli/pagina1002453.html
Questo approfondimento, dello stesso autore, illustra con maggiore chiarezza da cosa dipende questo flusso di denaro in uscita dall'Italia, ossia il crescente indebitamento e le importazioni di energia: http://www.lavoce.info/articoli/pagina1002468.html
Alcuni sostengono che per evitare il fallimento del paese sia necessario uscire dall'euro, azzerare il debito pubblico, e cominciare a stampare la lira seguendo i precetti della M.M.T (Modern Monetary Teory - http://it.wikipedia.org/wiki/Teoria_Monetaria_Moderna ).

Questa soluzione potrebbe forse funzionare (molti economisti sono assai critici a riguardo), ma i poteri forti che a livello internazionale ormai controllano le politiche economiche mondiale lo consentiranno? E anche se fosse, una tale drastica soluzione non potrebbe produrre a breve termine effetti disastrosi sull'economia, l'occupazione e la civile convivenza nel paese? Quanti morti e sofferenze può produrre una tale scelta?

L'obiettivo è quindi quello di una soluzione alternativa, più popolare, da adottare a breve-medio termine, al fine di una graduale risoluzione dei problemi economici italiani e globali.

In particolare è necessario ridurre il saldo negativo dei capitali diretti verso l'estero e creare occupazione.

Solution 1:

Si propone che lo Stato sostituisca il 35% degli stipendi pubblici e delle pensioni attraverso "buoni" utilizzabili dalle aziende italiane per il pagamento delle tasse.
La misura sarà concordata con i sindacati e potrà essere pattuito (in cambi dell'accettazione della misura) un temporaneo aumento salariale retribuito attraverso i medesimi "buoni". Tutti i negozi, le aziende, i professionisti che non accetteranno il pagamento tramite questi buoni dovranno esporre un cartello ben visibile che avverta pensionati e dipendenti pubblici, così che tali esercizi economici ne abbiano di conseguenza una perdita di clientela.

Il denaro così risparmiato dallo Stato sarà utilizzato in parte non superiore al 5% per saldare i conti che lo stato ha in sospeso con le aziende italiane e per la restante parte per attuare opere pubbliche capaci di creare occupazione, ed in particolare:
- opere di prevenzione di disastri naturali (terremoti, alluvioni, frane) che rappresentano un notevole investimento a medio-lungo termine
- opere atte a garantire una riduzione delle importazioni di energia, che rappresentano la voce maggiore di spesa della bilancia commerciale italiana.
- opere strategiche per lo sviluppo tecnologico del paese
- contributi alla ricerca e allo start-up
-sarà inoltre creato un piccolo fondo per il miglioramento della didattica e la sperimentazione di metodi educativi basati sulle più avanzate ricerche in campo pedagogico, cognitivo, comportamentale, al fine di trasmettere con l'esempio, nuovi sistemi di insegnamento più produttivi e piacevoli per gli alunni.

Queste misure produrranno una crescita di fiducia a lungo termine nei confronti del sistema Italia, una ripresa dell'economia e dell'occupazione e una riduzione dello spead, ma potrebbero risultare insufficienti a frenare i flussi di denaro verso l'estero. Pertanto sarà riconosciuto agli acquirenti di titoli di debito pubblico italiano residenti in italia, oltre agli interessi sul debito pattuiti, un ulteriore compenso sotto forma di buoni per il pagamento di tasse, da stabilire in base all'andamento dei mercati. Questa misura dovrebbe incentivare gli italiani a riacquistare il debito pubblico, ed in tal modo si ridurrà l'entità di interessi pagata dall'Italia all'estero.

La soluzione qui presentata avrà probabilmente come effetto collaterale lieve riduzione dell'evasione fiscale (poiché i buoni sono spendibili per pagare le tasse), inoltre appare evidente che al contrario di quanto potrebbe accadere con l'emissione di nuova moneta, coerentemente alla MMT, attraverso l'emissione di buoni vi sarà la certezza che il denaro messo in circolo rimarrà in Italia.

Contemporaneamente all'attuazione di questa misura, è evidente che dovranno aver luogo altre al fine ad esempio della riduzione di burocrazia e spesa per il mantenimento della pubblica amministrazione.

Más recientes | Más evaluadas

Loading contributions, please wait...

Mark the contribution

You can point out to authors of the proposal that this contribution does not contain relevant information to find a solution to the proposal.
If the contribution is marked 3 times, the authors of the proposal can delete it from the discussion and place it in the "noise" folder.

Non attinente alla discussione o non costruttivo
Duplicato

Report the contribution

You can point out to the webmaster that this contribution violates the laws currently in force.
Once ascertained the infringement the contribution will be removed. Don't abuse this tool.

Contenuti commerciali o spam
Pornografia o materiale a carattere esplicitamente sessuale
Incitamento all'odio o violenza
Materiale protetto da copyright
×
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. Learn more