Osnujte novu grupu Pronađite grupe

PRIJAVLJIVANJE

×

Assemblea nazionale dei sostenitori della democrazia partecipata, liquida e diretta.

L' 8 Giugno scorso, promosso da DIM, si è svolto a Roma l'incontro intitolato "Assemblea nazionale dei sostenitori della democrazia partecipata, liquida e diretta"; l'incontro è stato di carattere strettamente politico, aperto a chiunque volesse partecipare.

Lo scopo dell'incontro si rileva nel manifesto: "... costruire una alternativa reale, costruita dai cittadini... un percorso comune con tutti coloro, singoli o gruppi che credono nella partecipazione attiva alla vita politica e sociale, con metodi e strumenti condivisi, partendo da alcuni principi fondamentali che riteniamo imprescindibili:
• metodo decisionale “orizzontale” basato su principi di democrazia diretta e/o liquida e/o partecipata;
• espressa condanna di tutti i sistemi autoritari, liberticidi, totalitari, non democratici o di democrazia apparente e contemporaneamente il ripudio della guerra e della violenza in ogni sua forma.
• contrarietà a qualsiasi espressione o forma di leaderismo inteso come supremazia di uno o pochi sugli altri;
• politica ispirata a principi di trasparenza e tracciabilità;
• .....
... promuovere questo incontro all'insegna del confronto aperto, nel reciproco rispetto di esperienze e peculiarità , unito alla ricerca di un percorso decisionale a tappe, che via via consenta a tutti i partecipanti di collaborare, fornendo il proprio contributo insieme agli altri, allo scopo di unire le forze ed incidere concretamente nella vita politica del paese, con più idee e maggiore massa critica..."

Il carattere aperto del'incontro ha finito per raccogliere sostenitori e rappresentanti di soggetti politici estremamente eterogenei, ognuno con i propri scopi e con le proprie idee.

Personalmente non mi è stato possibile seguire la sessione mattutina, che si è articolata attraverso una serie di interventi liberi dei partecipanti.

Durante la sessione pomeridinana si è cercato di elaborare ed approvare un documento di intenti condiviso, contenente degli obbiettivi comuni, un piano di lavoro e un calendario per successivi incontri.

Qui si sono evidenziati tutti gli scopi, le aspirazioni, i distinguo, i paletti e i preconcetti strategici degli eterogenei partecipanti. Per me la cosa è stata molto interesante, proprio perchè si sono visti moltissimi modi di intendere la democrazia partecipata, e mi riserverò di commentare alcuni di questi aspetti.

Alla fine è stato (faticosamente) elaborato Il documento finale condiviso dalla maggioranza dei convenuti (vedi allegato).

Se son rose, fioriranno... così forse avremo un'altra forza politica che cercherà di applicare la democrazia partecipata.

Luca Z.

Alcuni articoli:

Dodato od strane Luca Zanellato na 10 Jun 2014 u 06:19 POSLE PODNE | Komentari (0)
| |
Prethodni komentari...
Europe
America
Asia
Africa
Oceania
  • Europe
  • France
  • Hungary
  • Italy
  • Deutschland
  • România
  • España
  • Portugal
  • Greece
  • United Kingdom
  • Ireland
  • Serbia (Cyrillic)
  • Serbia (Latin)
  • Serbo-Croatian
  • Bosnian
  • Montenegrin (Latin)
  • Russia
  • USA
  • Brasil
  • Ecuador
  • Chile
  • Argentina
  • Indonesia
  • 中国
  • South Africa
  • Australia
  • New Zealand
×
Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies. Learn more